Il Bosso

SPECCHIO

Quando si pensa al mito di Narciso, lo si condensa nell’immagine della compiaciuta autocontemplazione del riflesso di sé. La frantumazione dello specchio d’acqua nel momento della caduta rimanda alla composizione destrutturata di queste superfici. Le immagini ricompongono la figura attraverso il movimento, il passaggio del tempo, e creano più prospettive alla stessa immagine. Queste figure vengono poi geometrizzate e riassemblate in un mosaico tridimensionale a incastro. A esaltare ancora di più questa sensazione di frantumazione è l’uso di un colore monocromatico che confonde piani e figure.